Montepacini oggi è un’esperienza pluriennale, a carattere sociale, finalizzata al pieno esercizio dei diritti delle persone disabili, che vede la sua originalità e il suo principale punto di forza nella collaborazione dei genitori, dei volontari e delle diverse associazioni impegnate sulle tematiche della biodiversità, della filiera corta, della sostenibilità e della sovranità alimentare. Sone tre le realtà che operano in stretta connessione e sinergia: il Centro Socio Educativo Riabilitativo Montepacini, la cooperativa sociale La Talea e La Fattoria Sociale delle ragazze e dei ragazzi di Montepacini

In sintesi Montepacini è :

 

  • un Centro Socio Educativo Riabilitativo diurno che ospita sedici giovani/adulti disabili ( gestione cooperativa di servizi di tipo A della COOSS Marche );

  • una realtà agricola di circa 13 ettari, in fase di conversione in biologico, gestita dalla cooperativa sociale La Talea e dalla Fattoria Sociale, mediante un contratto d’affitto con il Comune di Fermo, della durata di quindici anni;

  • un Centro Estivo in Campagna che accoglie annualmente, nel periodo estivo oltre 200 bambine e bambini;

  • un luogo di accoglienza per le visite didattiche delle scuole;

  • un’esperienza associativa e di “buone pratiche” dei genitori dei giovani adulti disabili che dal 2012 assicurano, in collaborazione con i volontari, con gli educatori dello CSER e con la rete delle associazioni, i lavori agricoli ( orto, cereali, piante aromatiche ) e l’allevamento degli animali da cortile;

  • un’esperienza di salvaguardia della biodiversità orticola, attraverso il recupero, la conservazione e la riproduzione di semi antichi/rari e della biodiversità animale ( allevamento varietà autoctone );

  • un luogo di coinvolgimento attivo dei richiedenti asilo;

  • un luogo di formazione permanente sulle tematiche dell’agricoltura sociale, della sostenibilità e della biodiversità, attraverso cicli di incontri periodici ( “Camminare le campagne – Storie di cibo e sostenibilità”; “W la biodiversità” ) a cura della rete delle associazioni del territorio;

  • un luogo di incontro, di convivialità e di valorizzazione della collaborazione e del volontariato;

  • un opportunità per il territorio di sviluppare e migliorare le relazioni all’interno della comunità e di accrescerne il proprio capitale sociale.